banner

Denis Martin

Chef stellato della gastronomia molecolare

Durante i miei frequenti viaggi all'estero per presentare degli show culinari o dei banchetti a quattro mani, torno in Svizzera stanco per via del fuso orario.
Essendo un appassionato di moto, non vedo l'ora di arrivare all'aereoporto per montare in sella al mio centauro. Per questo motivo sia nell'aereo sia negli aereoporti ricorro alla mia protezione naturale: la turbosiesta. La consiglio a tutti, è il motore della nostra vita."

testimonials Denis Martin

Ignazio Cassis

Medico e Consigliere nazionale

"L’episodio rimonta a quasi trent’anni fa, ma è ancora vivo nella mia mente, come se fosse ieri. Tornavo da una festa tra amici, un sabato notte verso la una. Avevo supplicato mio padre di prestarmi la sua auto: un’auto bella e nuova. Aveva fatto una smorfia, ma alla fine si era arreso. Quella sera non avevo toccato alcol, troppa la paura di avere problemi sulla strada.

Al rientro, in autostrada, un primo colpo di sonno mi spaventa. Apro il finestrino, persuaso che un l’aria fresca possa svegliarmi. E alzo il volume della musica. Mi tranquillizzo. Pochi minuti dopo, su un lungo rettilineo di strada cantonale, un rumore fragoroso mi sveglia di colpo. Il cuore batte, l’adrenalina è alle stelle e … la fiancata destra dell’automobile distrutta. Assopitomi per un istante ero andato a sbattere contro il muro stradale del lungo rettilineo. Nessun ferito, ma grossi danni materiali. Vi lascio immaginare il dialogo con mio padre la mattina seguente: ma questa è un’altra storia!

Avevo capito – e a che prezzo! Il colpo di sonno è grave minaccia sulle strade. La responsabilità era tutta mia e ho dovuto assumerla fino in fondo. Se avessi già sentito parlare di turbosiesta, avrei saputo cosa fare!"

testimonials ignazio cassis

Patrick Croci

Responsabile della sicurezza per i cantoni romandi e il Ticino presso CRH Swiss Distribution Vevey

"Abbiamo utilizzato i mezzi di comunicazione proposti dall’upi e creato una zona turbosiesta. Dopodiché abbiamo potuto comunicare chiaramente che una siesta breve è l’unico rimedio efficace per combattere la stanchezza al volante e che un caffè è soltanto un aiuto temporaneo da aggiungere alla turbosiesta. L’eco dei nostri collaboratori, per la maggior parte autisti, è stata molto positiva."

testimonials patrick croci

Thomas Weiler

Responsabile Terapia a domicilio, Lega polmonare svizzera

"Chi di notte russa e di giorno si sente stanco, dovrebbe accertare con il suo medico di famiglia se questi disturbi sono riconducibili o meno alla presenza di un’apnea da sonno. Le pause della respirazione notturna e la stanchezza durante il giorno possono causare incidenti dovuti a improvvisi colpi di sonno o provocare a lungo termine malattie cardiocircolatorie. Nella maggior parte dei casi una terapia mirata aiuta a risolvere rapidamente il problema. Normalmente, un’adeguata terapia permette anche di recuperare l’idoneità alla guida, messa fortemente a rischio dall’apnea da sonno."

testimonials thomas weiler

Jacques Cornu

"Giovane, focoso, temerario e incosciente. Quando viaggiavo giorno e notte attraverso tutta l’Europa per le gare. Più di una volta mi ha svegliato il colpo contro un guardrail o un’aiuola. Era semplicemente fortuna per me e per gli altri utenti della strada. Oggi queste cose non succederebbero più perché so che basta poco per addormentarsi quando si manifestano i primi sintomi (palpebre pesanti …). Sono certo che all’epoca una turbosiesta sarebbe stata benvenuta e sono ora convinto dei suoi effetti benefici."

testimonials jacques cornu

Patrick Wittweiler

Country Operational Sustainability Manager de Coca-Cola HBC Suisse SA

"Presso Coca-Cola la sicurezza professionale è fondamentale e per migliorare la consapevolezza dei nostri collaboratori sulla sicurezza nella circolazione stradale, abbiamo deciso di organizzare una “Drive Safely Week”. Tale settimana era all’insegna della stanchezza al volante. L’iniziativa, rivolta a 1200 collaboratori che per lavoro percorrono ogni anno 16 milioni di chilometri in Svizzera, era molto apprezzata. Particolare successo hanno riscosso gli appendiporta e la zona riposo allestita con poltrone nello stile della campagna turbosiesta. Abbiamo apprezzato anche le informazioni dettagliate per le imprese e le persone al volante per lavoro fornite su www.turbosiesta.ch. Questa non sarà stata l’ultima azione su questo argomento, sicuramente!".

testimonials wettweiler